venerdì 24 giugno 2016

Torre Platta di Cercola: eleganza, fantasia e territorio.

Torre Platta di Villa Buonanno
Viale Buonanno, 10- Cercola (NA)
Tel. 081.733.22.02
Sito web

Villa Buonanno è un elegante relais ricavato da una dimora gentilizia del '700. 
Laura Greco e Giuseppe De Falco sono le persone che con una felice intuizione hanno riportato a nuova vita il meraviglioso complesso, offrendo a viaggiatori e turisti che nel visitare Napoli volessero un alloggio lontano dal caos metropolitano, un'opportunità decisamente affascinante.


Probabilmente, oltre alle originali camere, al giardino curatissimo e al Vesuvio che veglia da vicino su tutto il complesso,  è la figura della precedente proprietaria, Mary Buonanno Schellebrid, a rendere speciale Villa Buonanno.

Direttrice della biblioteca Braidense, durante il secondo conflitto mondiale riuscì nell'impresa straordinaria di trasferire l'immenso patrimonio composto da 170.000 libri e molte opere d'arte in un luogo sicuro, evitandone la distruzione. La sua storia, poco conosciuta, nonostante le abbia fatto meritare una medaglia d'oro per altissimi meriti in campo artistico e culturale nel 1955, è oggi raccontata nel bel volume edito da Hoepli e scritto da Luigi Zanzi, marito di una delle nipoti.
  



Il valore aggiunto di Villa Buonanno è senz'altro il ristorante Torre Platta alla cui guida è, da qualche mese, lo chef Mario Strazzullo, giovane eppure con una densa esperienza nelle cucine di Antonino Cannavacciolo ed Alfonso Jaccarino.


Mario ha decisamente puntato alla cucina del territorio, guardando la grande tradizione contadina vesuviana da un punto di vista diverso, diremmo intelligentemente -cosa non scontata oggi nel mondo della ristorazione- innovativo.  

Ricordo contadino
Il colurcio che Strazzullo ha voluto nel nuovo menù ne è l'esempio più chiaro; la merenda contadina che Luigi Zanzi nel suo libro descrive come composta da un lungo pane sfregato di aglio e riempito con pomodori, sale, olio ed acciughe, è riproposta nel bel piatto Ricordo contadino.


Il ristorante Torre Platta è aperto anche a chi non è ospite dell'albergo. Dunque, non sarà necessario un week-end fuori casa per assaggiare il Finto fritto all'italiana, dove tutto non è come sembra: il crocchè è con calamari e zenzero, l'arancino è di riso con piselli, frutti di mare e nero di seppia mentre la frittatina è di spaghetti al nero di seppia e lupini, alici fritte con provola e salame

Finto fritto all'italiana

Il menù estivo è composto da grandi piatti, nei quali si esaltano la fantasia e la tecnica di Mario Strazzullo.

Uovo nel campo

Pizzicotti agli scampi, infusione di caffè e limone candito

Probabilmente i pizzicotti agli scampi con infusione di caffè e limone candito rappresentano molto bene queste due peculiarità del giovane e talentuoso chef.


Sandwich di triglia con asparagi e lime

Sfogliatella scomposta

I prezzi sono davvero POP per un pasto di tale livello. Un consiglio da amici: visitate Villa Buonanno, godetevi qualche ora nella sua magica atmosfera e poi cenate assaporando le grandi creazioni di Mario Strazzullo; ci ringrazierete.

Selfacchione con Mario Strazzullo e Roberto Esse